Giornalisti, al via la formazione continua obbligatoria

Giornalisti a scuola. A partire da quest’anno, al pari degli iscritti ad altri albi professionali, anche gli operatori dell’informazione saranno obbligati a percorsi di formazione continua, come previsto dall’articolo 3, comma 5, della legge 148 del 2011 e dal successivo Regolamento (art. 7 comma 2 del Dpr 137/2012).

Si tratta di una novità importante: una vera e propria svolta culturale per una professione nella quale in molti sono ancora convinti che il giornalismo si impara sulla strada e non studiando, aggiornandosi in maniera costante.

In realtà la crescente complessità della realtà da raccontare impone ai giornalisti di essere sempre più preparati, di specializzarsi. Di non c’è più spazio per l’improvvisazione, anche se gli editori non sembrano pensarla allo stesso modo e spesso, invece di puntare sulla qualità, investono al ribasso. Solo aumentando la propria preparazione e le propie competenze – in una parola la propria autorevolezza – i giornalisti saranno in grado di rispondere a chi sostiene che non sono più necessari nella società dell’informazione globale.

La formazione è obbligatoria per tutti i giornalisti in attività – professionisti e pubblicisti – iscritti da da più di tre anni e si svolgerà nell’ambito di periodi triennali: in ciascun triennio il giornalista è obbligato ad acquisire almeno 60 crediti formativi professionali (Cfp), con un minimo di 15 crediti all’anno.

Ad occuparsi delle attività di formazione sono:
– gli Ordini regionali, previa la predisposizione di piani didattici da sottoporre all’approvazione del Cnog (che si avvale a fini istruttori, del proprio Comitato tecnico scientifico -Cts);
– altri organismi di categoria o enti esterni (enti di formazione, Università ecc), previa procedura di accreditamento all’Ordine nazionale.

L’Ordine nazionale ha previsto di mettere a disposizione dei colleghi anche piattaforme per la formazione a distanza.

Alla fine del triennio formativo ciascun iscritto dovrà documentare all’Ordine l’avvenuta acquisizione dei 60 Cfp previsti. La violazione dell’obbligo di formazione continua comporta l’avvio di un’azione disciplinare nei confronti dell’iscritto inadempiente.

Per i dettagli sei invitato a consultare il Regolamento http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/pagine/2013%20Regolamento%20Formazione%20%20Nazionale%206%20novembre%202013.pdf

L’Ordine dei giornalisti del Veneto sta predisponendo il Piano di formazione continua con seminari e corsi gratuiti per tutti gli iscritti. Tre le macro aree su cui si svilupperà l’attività:
– Deontologia e diritto dell’informazione;
– Nuove tecnologie;
– Seminari tematici (Cronaca, Cultura e Spettacoli, Economia, Politica, Ambiente e Territorio, Sport ecc).
Gli eventi promossi dallOrdine del Veneto si svolgeranno anche a livello decentrato nelle varie province in modo da agevolare la frequenza di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

GOOD NEWS, il blog di Gianluca Amadori

"Il cinico non è adatto a questo mestiere" - Ryszard Kapuscinski

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

nicolopolesello.wordpress.com/

L'ultimo uomo sulla terra continuerebbe comunque a raccontare storie?

Sbetti

Ribelle di nascita

Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: